cop maresca h -.jpg

Un grido nella notte, agghiacciante, che spezza il silenzio di una spiaggia del litorale romano.
Due giovani, abbracciati sul bagnasciuga, nonostante la paura si dirigono verso le urla rimanendo coinvolti in una oscura vicenda.
Donatello, professore di filosofia “pentito”, è il protagonista di questo romanzo.
"Le lame del porto fluviale" è una storia di torbidi risvolti, omicidi, sesso e tradimenti, che racconta una vicenda intricata in uno dei quartieri più popolari di Roma nella torrida estate del 2009.

cop spiezia def -.jpg

«Tutto quello che gli Esseri di Luce raccontarono attraverso molteplici incontri, fu raccolto in un Unico Volume, che per anni è stato appannaggio solo di pochi.
Ora è il tempo della Manifestazione ed è stato, quindi, deciso di rivelarne gran parte dei suoi contenuti perché il mondo sappia a chi apparteniamo, da dove veniamo e dove andiamo.
Questo compendio, che ne è volutamente il riassunto, è dedicato all’Amore che è stato infuso in tutta la Creazione, in tutte le fasi di questa incredibile Storia che ci è stata raccontata.»

la storia de roma.jpg

«Ieri all'artri regazzini j'ho detto

d'Enea fijo a Venere-Afrodite;

a quelli senza scola ha fatto effetto:

e 'ste storie nun s'erano sentite.

Je l'ho imitato Enea cò l'ermetto: 

"A' trojani annamo a foco, che dite,

sò 'na brugna, me gonfio... sò allergico:

me sarva solo un fugone... energico.»

cop fm2 -.jpg

«Non so, non lo so.
Forse, forse c’è un modo per capire meglio e di più.
Adesso rileggerò tutto ad alta voce.
Mi sforzerò di ascoltare bene per giudicare non tanto la forma quanto i concetti.
Ho bisogno di sapere se ero malato, se sono guarito, se sto bene, se sto bene per me stesso.
Se posso stare bene insieme agli altri.
Avanti.
Ecco, non debbo leggere coricato, potrei compiacermi.
Sto seduto, vigile, attento.
Vediamo.»

cop cacopardo4.jpg

«Enciclica d'un cinico sgomento

Che va fugando e aggraffa 'n sincronia

Tormento imperativo e la fobia

Che veglia sia un'abulica pietà»

cop simone -.jpg

«Sì, inizia a ragionare bene e vedrai che molte cose nella tua vita cambieranno. Pensa pure che questa sia un'attività inutile ma ricordati che la tua mente è spesso affollata da pensieri inutili, dunque perché non darle dei buoni argomenti su cui soffermarsi?»

cop ghetti b -.jpg

«Un’opera  molto personale, che parte dall’autobiografico, non solo, tuttavia, per celebrarlo  o eternarlo, ma anche per tendere una mano a  qualcuno  di invisibile ma vivissimo che là fuori dal libro non sapeva ancora di averne bisogno; e ora invece lo sa.»

cop festuccia c -.jpg

«Questa è una storia breve.

Ogni tanto scrivo cose da vecchi, dedicate ai vecchi, storie vecchie perché naturalmente io sono vecchio ma con una differenza, anzi con una domanda, si può essere vecchi rimanendo con il cuore e con la mente giovani?»

cop detti -.jpg

Nella Valle di Campanelli si trova Rosenville, un piccolo paesino, dove tutta la vita dei Roseniens gira intorno al Sole.

A Rosenville vivono il Signor Pollino e la Signora Nettarina, il signor Fluto e la signora Odòres, che stanno per diventare genitori. Tutto il paese partecipa con grande fervore all’evento, finalmente sono nati due piccoli nuovi Roseniens, Eveline e Teodoro.

I due bambini crescono sereni partecipando alle attività del paese.

Per Eveline però si preannuncia un triste destino, proprio nel settimo anno, che è un anno importante per i Roseniens.

Riuscirà ad affrontarlo con coraggio e a trasformarlo in un’occasione di salvezza?