cop gadji.jpg

«Mbacke Gadji racconta con gran sensualità e mistero.

Niente è dato per scontato, tutto è da vivere grazie ad ogni particolare che l'autore dipinge abilmente.

Egli è uno spirito libero, un'aquila selvaggia.

Ritrova le sue origini nelle sue capacità di narratore e lo fa con tanto sentimento e altrettanta semplicità.

Ulteriore ricchezza del testo, il suo incastrarsi con piccoli pensieri-poesie che mostrano ancora meglio e nuda l’anima del protagonista, e dell’autore.»

                                             F. P.

cop ferrara 2ed.jpg

La poetessa fa dialogare due elementi apparentemente incompatibili: l’impulsività della poesia e la razionalità del cubo di Rubik. Ogni capitolo della raccolta spiega una diversa fase o caratteristica del rompicapo che coincide con le poesie che la seguono.

Per facilitare il lettore l’autrice ha inserito delle illustrazioni in cui riproduce fedelmente i movimenti e gli algoritmi da riprodurre.

I temi affrontati di abbandono, dolore, alienazione e desiderio di rivincita, comuni a tutti gli esseri umani, vi faranno immergere in una profonda analisi introspettiva.

cop lunadei.jpg

Il biologo Jason Langly fa esperimenti sui detenuti del carcere di Yuma nel tentativo di trovare una cura alla compagna Beverly O’Hara. Danny Ayes, uno dei detenuti, a contatto con il liquido di Jason, acquisisce una super forza, scappa e riesce a liberare i compagni della banda, Sean Lowell, Clay Black, Jimmy Kinball e Billy Smith, donando loro altri poteri. Jason torna a cercare Beverly a Mesa. Due cacciatori di taglie, i gemelli Don e Ken Raven, salvano Jason dall’attacco di alcuni banditi ma entrano in contatto col liquido acquisendo a loro insaputa dei poteri...

cop costantino3 4ed.jpg

«La scuola, le amicizie, gli amori passati.

Il ricordo di un padre che continua ad esistere.

L’incredibile sensibilità di Giulia “la meraviglia fragile”.

Le stanze della vita quotidiana.

Poi l’incontro con Francesca.

Tra romanticismo, risate e riflessioni, arriva l’amore a dettare i tempi di una grande rinascita, in una Roma che sembra avere a cuore i protagonisti di questa storia.»

Il grande debutto narrativo, dopo due libri di poesia, di Luigi Costantino.

cop gallo.jpg

Una vita passata tra psichiatrie, comunità e lotte per lavorare.

Questo libro vuole essere un riscatto e un messaggio a chi non avrebbe puntato neanche un centesimo su di lei.

Un libro che raccoglie 10 anni di dolore, gioie, passioni e amore.

cop ansalone.jpg

«Scrivere un libro su un film difficile come Funny Games fu un’idea che mi venne all’incirca 10 anni fa. Nel 2008 uscì in Italia la versione americana e camminando per la strada mi colpì immediatamente un enorme cartellone pubblicitario. Come per la maggior parte del pubblico, la visione del film ebbe su di me un impatto molto forte, non credo di avere mai visto nulla di così irritante per lo spettatore.»

cop michieletto 2ed.jpg

“Se vuole farmi un piacere, non accenni a nessuno della mia rivelazione. Lei può ritenermi pure folle, ciò è nei suoi diritti, ma non dica a nessuno perché.”

 

Può un artista conosciuto e apprezzato rivelarsi un truffatore o, peggio, un incapace? Un giovane critico d'arte cerca di svelare cosa si nasconde dietro il talento e la straordinaria tecnica di un affermato pittore. Massimo Libero Michieletto costruisce una galleria di personaggi che animano una storia dai confini torbidi e inquietanti.

cop libroraduno2.jpg

«Parola dopo parola, autore dopo autore, libro dopo libro, stiamo lentamente ma inesorabilmente disinnescando le regole dell'editoria italiana e rivoluzionando quelle dell'attenzione.

Un esperimento letterario mai tentato prima: 27 voci dall'avanguardia poetica italiana fuse in una sola voce con gli appunti, le immagini e i video (su qr code) di un viaggio artistico unico nel suo genere.»

                                           (V.P.)

marie.jpg

«"Credo che solo una cosa renda impossibile la realizzazione di un sogno: la paura di fallire". Questa frase di Coelho mi ha portata a osare, a tentare di realizzare un sogno, quello che sfoglierete tra queste pagine, la storia di Sveva, di un mondo, di pensieri, e della città che fa da cornice, ma è parte integrante della storia. Sveva è una di noi, con mille sfaccettature e tanti, troppi sogni che le sfuggono dalle mani...»

cop giardino.jpg

Solitudine, malattia, incapacità di comunicare, paura dell’altro; un percorso poetico e narrativo attraverso le umane fragilità che trova il suo punto d’arrivo nella consapevolezza che, alla fine, fragilità e forza d’animo sono le due facce di una stessa medaglia e che solo guardandoci dentro saremo in grado di superare quelle fragilità.

Che poi, a ben vedere, tale consapevolezza più che un punto d’arrivo è un punto di partenza per ridisegnare il proprio orizzonte di senso.

cop umilio.jpg

«Vieni con noi,
incamminati veloce veloce
sulla strada giusta
che ti porterà a casa.»

cop alex2.jpg

«Poesia è poiesis. Trasfigurazione.
Vita e sentimento nella trasformazione della parola.
Onirico e irreale che si sfiorano senza combaciare
perché l’Arte è Narrazione di Universale Sentire.
Scrittura come indelebile segno di esistenza,
sopportazione e salvataggio al proprio pensiero,
dettatura dell’anima,
ricerca di Bellezza e sopravvivenza.»

cop gallo 2 2ed.jpg

«Questo libro parla delle mie idee e della mia malattia e di come ci convivo. Riflessioni fra me e me, per cercare di dare un’idea, uno spunto, a chi soffre e far riflettere chi con queste persone ci lavora. Lottare assieme per migliorarsi sempre più… Questa l’idea che dovrebbe passare. Qui parlo anche di due persone con una patologia grave che forse però hanno da insegnare molto ai cosiddetti normali… Cos’è la normalità? Cos’è la follia? Chi è il malato? Chi è il sano? Provare solo ad avere il dubbio è una cosa spettacolare…»

cop gentili2.jpg

L'esordio narrativo, addirittura autobiografico, del nostro poeta umbro Matteo Gentili. La struttura portante è la prosa, diretta, schietta, emozionale, coraggiosa; ma con tante provvidenziali finestre liriche, che spiegano meglio, che mostrano di più, che non spezzano anzi fanno più forte l'efficacia, la potenza e la verità del libro. Un libro volatile e profondo insieme, un libro di chiarezza e di riscatto. Un libro aperto che scava e poi vola.

COP.jpg

“Romanzo allegorico in 40 figure”, è scritto da Alessandro nella forma di un giallofiaba, e le “figure”, 40 come le carte da gioco italiane che infatti rivestono nella storia un ruolo centrale, sono di Jordan Eyleen. In questa “fiaba” i protagonisti sono: una principessa e un principe che a quanto pare muoiono subito; un “principe nuovo” che ha per compagni e amici i topi del castello, i quali tra l’altro scrivono su un librone verde la storia che stiamo leggendo; una misteriosa ricetta per una bevanda non si sa se miracolosa; uno straniero che apre una “limonateria”...

82763238_619193755548953_477461659923356

Agosto 1969. Quattro ragazzi innamorati della musica e dei sogni suonano insieme nella loro rock band in un locale chiamato HIPPIE & BLUES, a Roma. Destino vuole che lì dentro incontrino qualcuno che propone loro di suonare a New York, nel Village, al Gaslight... Non hanno il becco di un quattrino, solo sogni nelle tasche, ma uno di loro trova il modo per racimolare soldi a sufficienza... Arrivati a New York scoprono che non c'è solo il Gaslight, ma tanto altro: ci sono gli Hippie, la Controcultura, Woodstock... C'è il Vietnam, il Blues, la strada, i sogni che cercavano da tempo...

cop.jpg

Il diario di bordo di una traversata sensoriale oceanica.

Un viaggio psicotattile, erotico, sensuale, delicato, dantesco attraverso peccati e virtù, emozioni e amori intensi, oblio dei sensi, frutto di 15 anni di studi e ricerche riguardo il mistero dei misteri: quale sarà il mistero dei misteri?

jo.jpg

Gli Autori e Artisti Libereria per "I sogni di Jo" (con il ricavato delle vendite che andrà totalmente a favore dell'omonima fondazione).

cop de santis.jpg

Un inventore fallito, Pietro Dominici, trova il modo di viaggiare nel tempo, torna nel 1914 per rapire e portare nella sua epoca una ragazza vista in una vecchia foto scattata mercoledì 24 giugno 1914 a Rue du Pot-de-Fer, a Parigi, da Albert Kahn. La ragazza, Amelie Lefonte, dapprima restia, inizia ad amare la nostra epoca e riesce a convincere il nostro a riportarla per un po’ di tempo nella sua epoca, ma dieci anni dopo per evitare la Grande Guerra. Lì molte esperienze ed inseguimenti li arricchiranno materialmente e moralmente, prima del definitivo ritorno alla nostra epoca, con molte gradite sorprese.

cop rabia 2ed.jpg

Lorian ha  venticinque  anni  e vive  la  situazione  surreale  del  coronavirus. Consegue  la  laurea  in  lettere via skype.  Come  tutti  sta  in casa, misura il perimetro  della stanza,  si  affaccia  sul  balcone.  Legge, guarda la TV, spera, prega,  sogna.  La  quarantena   forzata  e  ripetuta  gli  darà   l’occasione  per riflettere sulla vita. Ne uscirà più forte e maturo con la  voglia  di  ricostruire e   di   andare   avanti.   Perché   la   vita  si   percorre  così:   andando  avanti nonostante  tutto.  Dimenticando  e  rammentando.  Vivendo  altra vita.

cop ely 3.jpg

«Ho scelto di mettere a nudo la mia anima, tirando fuori tutto quello che, in qualche modo, è rimasto seppellito nel silenzio più assoluto. Sono solo parole, potete pensarlo ma vi prego, ricordatevi sempre che dietro alle parole, brutte o belle che siano, ci sono io, e dietro di me tante altre persone che si sentono come me. Voglio solo far sentire la voce... quella voce che potrebbe essere la tua, che stai leggendo ora, e parla di lutto, di amore, di sopravvivenza e di fallimenti, di essere madre o padre, fratello o sorella, donna o uomo o molto semplicemente essere umano. Scrivo di cuore, per il cuore...»

cop sabato.jpg

«Aspiro ai sogni del mio più forte sentire, cancello percorsi già spianati ed elevo teneramente il mio cuore come un aquilone, affinché possa mostrarmi dove tira il vento, per trovare riparo tra i rocciosi nidi delle aquile e chiedere, a chi come loro vive qui da più tempo, come si ama in modo estremo anche il vento che ignaro a picco ti lascia cadere nella pista da ballo del più facinoroso insegnamento.»

giannotta.jpg

Syrus è più volte prigioniero. Più volte poiché la vera cella dov’è rinchiuso da chissà quanti anni e per chissà quale motivo non è fatta esclusivamente da mattoni e sbarre, quanto piuttosto dall’annichilente oblio di un’amnesia pressoché totale. La vita, tuttavia, gli riserverà un’occasione unica per fuggire e intraprendere così un lungo viaggio in un mondo terribile e fantastico. La crescita che ne deriverà sarà il presupposto per raggiungere la vera, completa, libertà e per sperare di recuperare i suoi preziosi ricordi. Eppure, il prezzo di tutto quanto è piuttosto alto, e pagarlo non è affatto semplice.

cop ranieri meledina 2ed.jpg

«Una storia, due autori e ventisette modi per raccontarla: questa è la sfida alla base del nostro libretto. Sollecitati da un goliardico duello a penne… anzi, a tastiere sguainate, ci siamo cimentati nella riscrittura della nota favola della rana e dello scorpione, riportata da Esopo. Partendo da questa trama, abbiamo stabilito 27 indicazioni stilistiche delle più disparate: dalla poesia alla prosa, dalla figura retorica al problema matematico, dalla ricetta alla parabola evangelica e altro ancora. Raymond Queneau ha tracciato la rotta, noi perseveriamo nella navigazione.»

cop privitera fin.jpg

Danimarca, inizio maggio 1614. Una Compagnia teatrale dovrà esibirsi a Elsinore. Ma presto s’apprende che è solo un pretesto. Il vero motivo, invece, riguarda il finale della tragedia di Amleto, d’una dozzina d’anni prima.

cop.jpg

Giulia e Rudyard, due medici, si conoscono durante un temporale mentre soccorrono i feriti di un incidente stradale.Poi per un periodo non riescono più ad avere notizie l’uno dell’altra, perché sono stati improvvisamente divisi da due continenti: lui è dovuto andare a lavorare a Kilis, in Turchia, per Medici Senza Frontiere, lei nell’ospedale di Narni.Si cercano, si ritrovano, ma i problemi non finiscono: lei va a lavorare a Baltimora, lui viene ferito.Riusciranno alla fine a darsi quel meritato primo bacio?

cop di segni di versi.jpg

Il viaggio degli Autori Libereria fra i disegni di Valentina Caldarella.

Il nostro Quarto LibroRaduno!

sost.jpg

«Fra questo accorato, necessario libro di Ibrahim Diabate e la sua persona impegnata nel sociale, Amore e Lotta, Poiesis e Techné, si permeano trovando sintesi e realizzazione, trovando forma e azione concreta.»

                                                 R.I.

libro miki.jpg

«Una raccolta di passi per dire addio alla vecchia me e accogliere quella nuova.»

rossi.jpg

«Usciamo, che bello camminare al buio per mano a papà. Aspettiamo l’ultimo treno per fare il segnale… papà ha in mano la luce… io guardo giù verso la strada vicino al sassetto… hai la luce spenta del motorino ma sono certa sei lì… lo sento…La luna stasera si è fatta piccola piccola… sento una felicità che ricorderò per sempre… per mano a mio papà… guardandoti lì… e il vento prima della curva… e l’ultimo treno che passa.»

cop serena.jpg

Dieci racconti a sfondo erotico che narrano non solo di sesso, ma anche d’amore e di chimere, di fuga e della quotidiana scelta di rimanere nella propria vita reale.

cop matteo.jpg

«Un mondo dove gli oggetti prendono vita per accompagnare un giovane uomo nella progressiva, a volte dolorosa ricerca del suo equilibrio interiore, in uno scenario fantastico, ed accompagnati da “personaggi” molto particolari, gli oggetti.» (L.G.)

 

«Una guerra tra Bene e Male, dove le penne e le parole sono le armi più potenti. Una battaglia senza esclusione di colpi, di sentimenti, di un amore che supera ogni barriera e un coraggio senza risparmiarsi, andando oltre fino all’anima delle cose.» (M.S.)

cop costantino4 2ed.jpg

«Un libro per tutti quelli che sanno andare oltre le apparenze o vogliono imparare a farlo. È un invito a fare un passo in più rispetto a quello che la vita ci richiede, un invito a osare, un invito a riprendere il volo, a trasformare le sofferenze in occasioni per andare avanti, per spingersi più in alto, per continuare, cresciuti in consapevolezza, concedendosi il “lusso della rinascita”.»

                                           (I.D'A.)

cop giardino2.jpg

Il mondo delle fiabe… riveduto e corretto!

…e chi l'ha detto che il lupo sia davvero cattivo, che Cenerentola sogni il principe azzurro e che i nani di Biancaneve non abbiano mai immaginato una vita diversa?

Un viaggio attraverso il variopinto mondo della fantasia, ma anche un puntiglioso lavoro di scardinamento dei cliché classici del mondo delle fiabe… offrendo ai personaggi (ma anche a chi legge) un'alternativa nuova e un'altra possibilità!

cop terribile 2ed.jpg

Una storia d’amore narrata da una figura senza tempo, che la fantasia dello scrittore ha raffigurato nelle vesti di un saggio e a volte cocciuto signore, che con infinita pazienza veglia dalla notte dei tempi sulle linee costituenti la vita di ogni individuo. Amore, destino, incontri clandestini, ironia, una malattia comune, anime gemelle unite da un fatale incontro virtuale e una buona dose di coraggio corretto pazzia sono gli ingredienti di questo intenso ed avvincente racconto ricco di colpi di scena.

jans cop.jpg

«AUG! è figlio della rabbia e della frustrazione.

Una scintilla e la voglia di urlare qualcosa in faccia a chi non vuole offrirci il mondo migliore.

Poi succede che alla rabbia faccia da eco l’Odio; c’ho preso gusto…

Quando mi rendo conto della mole di contenuti accumulata, decido di non lasciarla marcire nel mio cassetto, perché, tutto sommato, potevo avere qualcosa da dire.»

cv.jpg

«Pensate a Cees Nooteboom e Lawrence Ferlinghetti che scrivono un libro insieme da un'idea di George Romero. Aggiungete ardesia in polvere. Non mescolate. Pur cambiando scenario, anzi scrivendo proprio DA uno scenario, cosa mai fatta prima, Sonnessa e Zanni, appuntiti diamanti libereriani, rimangono se stessi, non cambiano voce ma eleggono mondi cui cambiare voce. È bene? Per chi crede che la letteratura sia progetto e ricerca di forme. È male? Per il malato che non vuole stupirsi e dichiara a se stesso il contrario. [...]»

                                              A.M.

cop LR5.jpg

E finalmente LibroRaduno numero 5!

23 Autori Libereria che interpretano con le loro parole i disegni geniali ed emozionanti del grande Artista Paul Gutierrez Duque.

cop pinto def.jpg

La storia di un padre che, dopo la morte del figlio pochi giorni prima della nascita, scopre l’importanza del crescere ed educare la figlia nata dopo il lutto, non delegando l’onere alla moglie. Tutto ciò con luci ed ombre, patemi e gioie, nello scorrere della vita della bambina, capendo l’importanza e la difficoltà di far crescere un figlio.Il tutto descritto con l’ironia e la leggerezza di chi ha capito il dono dell’esistere, sia come inquilino di Madre Terra, che come dirimpettaio di altri condomini che la abitano. Molti dei quali trasformano la grandezza del vivere in monolocali bui ed angusti.

cop de trane f.jpg

Nel lontano mondo di Arcobalenolandia qualcuno ha rubato l’arcobaleno. I 5 cristalli dovranno trovarlo, sarà facile per loro?

I giovani ragazzi dovranno affrontare dure prove per salvare i loro regno e la principessa del Natale .

Un racconto simpatico e travolgente che accompagnerà i vostri piccoli a immaginare e a sognare un mondo dolce e straordinario.

cop de carolis def.jpg

«Era il 2017 e fui invitata a tenere una conferenza alla manifestazione “Gradara ‘800 a vapore”, sulle scoperte che hanno cambiato il mondo. Ebbi la spinta a scavare nel passato più lontano, nelle scoperte che avevano irrorato il terreno della tecnologia fino alla robotica. [...] Pensavo a come noi esseri umani siamo stati nel tempo aiutati e sostenuti dalle grandi scoperte. Inimmaginabile il vaso di Pandora che si è schiuso. [...] La tecnologia -il progresso- deve apportare un miglioramento, uno sviluppo, una evoluzione; a volte mi chiedo, osservando il modo nel quale gli esseri umani vivono e manipolano la natura, se questo realmente sia avvenuto.»

cop picchi2.jpg

«[...] Alcuni libri sono una strada da percorrere, ben definita, agile e marcata, altri, invece, hanno la forma di un cammino da ricreare.

In "Eurowalk", Picchi osserva la strada trasformandola in passo, il cammino del ricreatore non ha inizio né fine, muore sulla pagina per rinascere nella rielaborazione faticosa e faticata del lettore. [...]»

                                               G.S.

cop agate.jpg

«La Poesia svela ciò che, in lingua ordinaria, ci è sconosciuto; e poi, qui, legge se stessa a partire dai quattro elementi fondamentali del mondo conosciuto.

L’atto creativo si riporta così all’umano, alla tensione verso un riconoscere parti di sé in sintonia con l’universo e le cose.

Questo riconoscimento, che avviene proprio per il tramite della Poesia, si fa necessariamente simbolo, al tempo stesso dunque generando la sua lingua speciale.»

cop petraj2.jpg

«Il mio primo libro, estratto di una consapevolezza interiore, rimarrà sempre un bellissimo traguardo, reso possibile sempre grazie a Libereria. Però, questo secondo libro, è senza ombra di dubbio l'essenza di ciò che sono, di una crescita interiore e artistica, un percorso impegnativo e laborioso con i miei simili, dentro la casa libereriana. Sento di potervi offrire un 'posto' dove trovarvi, essere compresi e infine amati.
Alla fine, è un Dono. Eccolo.»

cop cariglia.jpg

«Si può leggere “Silloge silenziosa” come l’unione di tutto in uno, l’esattezza nell’errore, l’amore nell’odio, la salvezza nella dannazione, il quadrato nel cerchio, dove il tempo spaginato è conservato dal vero atto memorabile della poesia. Anche negli interstizi più disarmanti del mondo, le parole possono brillare di luce propria, perpetuare, al solo pronunciarle, tutta la libertà di cui l’uomo ha bisogno.»

cop campanella.jpg

“Da piccolo ero stupido” (è anche il titolo di uno dei racconti del volume) è una raccolta di brevi storie che, in modo ingannevolmente ingenuo, trascinano il lettore in un misconosciuto e trascurato ovvio. Scherzosi e ironici, i racconti veicolano invece messaggi fortemente incisivi. Preceduto ciascuno da un pensiero che ne racchiude il significato metaforico, ogni racconto ricalca lo stesso schema, delineando, di volta in volta, un tema su questioni esistenziali ma allo stesso tempo attuali, portando al colmo il conflitto tra ragionamenti antitetici.

cop gori.jpg

«Vi siete mai resi conto di quanto siano importanti le piccole cose?

Di quanto sia essenziale per noi osservare, guardare... Vedere.»

cop bloise barbato 2ed.jpg

Alex Bloise Diana, autrice libereriana di lungo corso e inventrice del genere "flussopoeticonarrativo"; e Franco Barbato, cileno, fondatore dell'Irrealismo poetico.

Due poeti d'eccellenza per un'opera a due mani (quattro su tastiera) che è un lungo discorso in versi attorno a tre domande o tre chiavi nevralgiche dei nostri tempi e forse di tutti i tempi: Guerra, Vuoto, Umanità.

librodelsilenzio newcop f.jpg

«Ai saggi un quaderno a quadri.

Ai pazzi una matita.

Ai saggi l’ostacolo del silenzio.

Ai pazzi la salvezza del silenzio.

Ai saggi il diritto di parlare.

Ai pazzi il diritto di non ascoltare.

Ai saggi le buone idee.

Ai pazzi la parola.»

cop montrone.jpg

Presso il popolo azteco la poesia era detta “In xochitl in kuicatl”, fiore e canto, che rivela la spiritualità che i popoli di lingua nahuatl del Messico preispanico riconoscevano all’opera poetica, “la parola fiorita”, il veicolo attraverso il quale il dio, tramite il poeta, univa la terra al cielo.

cop larosa fin.jpg

«La fragilità del papavero incontra il forte urlo della bambina.

È il fiore che amavo di più da piccola.

I suoi semi possono addormentarsi per anni e poi fiorire.

Quella fragilità contiene una forza resiliente.

Forse ad affascinarmi è proprio quel contrasto.

Quel costante abbraccio.»

cop micati.jpg

«Tutti noi abbiamo la nostra isola, basta popolarla con i ricordi del passato.»

cop jack.jpg

«Ti vedo col tuo splendido sorriso e con le braccia spalancate e grandi da poter accogliere tutti e spiccare il volo nell’infinito che tanto hai desiderato mentre eri incatenato dalla carne.
Aspettami felice, verrò con te per sempre nell’eternità… intanto accompagnami ed aiutami ogni giorno a compiere i passi giusti verso la Verità.
Giacomo, hai fatto della tua breve vita un capolavoro nel donarti e farti ricordare.
Vola alto figlio mio, finalmente libero e sereno… chi ti ha voluto bene non potrà dimenticarti.»

                                               R.I.

COP LR6.jpg

"Ignorare la sofferenza di un uomo è sempre un atto di violenza, e tra i più vigliacchi."

                               Gino Strada

 

Libroraduno6 - Libereria per ResQ, People saving People.

Da un'idea di Gianluca Sonnessa, illustrazioni di Paul Gutierrez Duque, progetto grafico di Alessandro Mazzà

cop rossi riccobono.jpg

«Le note scritte in un pentagramma per un pianoforte letterario che Salvo e Stefania hanno già a lungo suonato a quattro mani; e continueranno a suonare, per fortuna di chi legge le loro poesie e filastrocche, le loro poestrocche, le poesie in prosa. Una corsa non agonistica su pista, un misto di prova di Velocità, con tanto di surplace in attesa dell’altro, e di Inseguimento ognuno dei due in arcione al proprio senso dell’umorismo, della leggerezza e della profondità, dell’amor per l’individuo, per il mondo, della loro critica visione delle cose delle nostre terre e della nostra Terra.»

                                                                                                      P.M.

cop d'amato fin v.jpg

«La sensazione era quella di esserci già stato.

Ed era proprio lì che ero.

A casa.

Sulla mia poltrona nera di velluto.

Ma cosa mi era successo?

Cos’era quel vuoto tutt’attorno?»