Cerca
  • Libereria

LA LUCE DEI SASSI IL SOLE DI VETRO di Adriana Bertani


La scelta fa di noi quel che siamo

E se la scelta non fosse nostra?

Questa è mia:

Mio il sasso immobile

Mia la luce veloce

Siamo sassi;

possiamo rotolare

ma anche stare

E poi la luce;

La luce è come un suono che batte sulle cose

Su di noi inermi o mobili

Nobili o affranti

Vili o affamati

Affannati e stanchi

Banchi o lavagne

Sassi o stelle

Sassi, comunque

Possiamo scivolare sulle cose come uno spirito

E mentre tutto rotola possiamo fermare un'immagine:

avvolgere la discesa

E, solo con lo sguardo luminoso, fermare il momento

fermarci nello statico senza tempo

E illuminare il volteggio

Come una danza

Come la speranza in una stanza

Come una lampadina

che riflette sul sasso la sua corsa

Il suo percorso

La sua storia

il suo sole personale

Il suo sole di vetro


24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin