Cerca
  • Libereria

LA LUCE DEI SASSI IL SOLE DI VETRO di Adriana Bertani


La scelta fa di noi quel che siamo

E se la scelta non fosse nostra?

Questa è mia:

Mio il sasso immobile

Mia la luce veloce

Siamo sassi;

possiamo rotolare

ma anche stare

E poi la luce;

La luce è come un suono che batte sulle cose

Su di noi inermi o mobili

Nobili o affranti

Vili o affamati

Affannati e stanchi

Banchi o lavagne

Sassi o stelle

Sassi, comunque

Possiamo scivolare sulle cose come uno spirito

E mentre tutto rotola possiamo fermare un'immagine:

avvolgere la discesa

E, solo con lo sguardo luminoso, fermare il momento

fermarci nello statico senza tempo

E illuminare il volteggio

Come una danza

Come la speranza in una stanza

Come una lampadina

che riflette sul sasso la sua corsa

Il suo percorso

La sua storia

il suo sole personale

Il suo sole di vetro


27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st