Cerca
  • Libereria

IL NOCCIOLO di Vittoria Cacciapaglia


Oggi ho camminato senza avere i piedi per terra,

In questo mattino grigio di un dicembre qualsiasi, ghiacciato dentro,

Il nocciolo non cambia, e io lo mastico così bene,

I polmoni respiravano aria fritta, gli occhi guardavano senza vedere,

Danzavo con le onde del mare d’estate, con i ricordi al sapore di zenzero e cannella,

Seduta in disparte osservavo quella bimba, non la ricordavo più,

Le ho chiesto di sedersi con me,

Abbiamo guardato a lungo uno scivolo dove ora c’è la neve,

dove un tempo quella bimba giocava.


15 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria