Cerca
  • Libereria

XIV di Federico Morando


Ti aspetto qui, a braccia aperte, In piedi sulla riva Dall'altra parte del Lete, Dove Dio Sono io, Sei tu, Siamo noi. Ti aspetto qui, Già ti cerco con lo sguardo. Ti insegnerò l'Abbraccio: Ci si incontra a metà strada Tra il mio cuore e il tuo, Si chiudono un po' gli occhi Per la forza dell'affetto, Le fronti si allineano e si incastrano Come pianeti di destini condivisi, E ci si stringe forte forte, La tua anima si fa collante della mia, E ci si aspetta che non finisca mai, Che duri in eterno Quel nostro momento, Così vicini, Io e te, A costruire l'Infinito.


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

DA "IL GRANELLA E I PICCIRILLI" di Sebastiano Privitera

(riduzione e adattamento di una novella di L. Pirandello) … Tinino: -(falsamente umile) Perdoni, signor avvocato... mi potrebbe spiegare come si formano le nuvole? Zummo - (c.s.) Come si formano le nu

VRAD=G'AN di Gianluca Sonnessa

Abbiamo sbloccato lucchetti usando la stessa chiave Per scoprire che non c'erano porte chiuse, anzi, non esistevano le porte o lucchetti. Ma esistono le chiavi. Le briciole si sono trasformate in Doma

NVS201 di Alessandro Mazzà

Prepara l’esperienza che non te ne aggiungerà mettici l’accoglienza e la paura cosmica della novità mettici il lievito sbagliato salutare della partecipazione mettici la passione che ti sporca la pass