Cerca
  • Libereria

XIV di Federico Morando


Ti aspetto qui, a braccia aperte, In piedi sulla riva Dall'altra parte del Lete, Dove Dio Sono io, Sei tu, Siamo noi. Ti aspetto qui, Già ti cerco con lo sguardo. Ti insegnerò l'Abbraccio: Ci si incontra a metà strada Tra il mio cuore e il tuo, Si chiudono un po' gli occhi Per la forza dell'affetto, Le fronti si allineano e si incastrano Come pianeti di destini condivisi, E ci si stringe forte forte, La tua anima si fa collante della mia, E ci si aspetta che non finisca mai, Che duri in eterno Quel nostro momento, Così vicini, Io e te, A costruire l'Infinito.


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st