Cerca
  • Libereria

DELIRIOSO DELIZIO di Luca Oggero


Delirio guidami

dietro le sagome

di umani fragili

lasciami scorgere

foglie che gridano,

radio che sanguina

di suono cosmico,

fiori di musica

che in aria volano

e infine esplodono

in vento sonico

che si fa brivido

tra le mie costole.

Delirio portami

dentro una nuvola

piena d’idrogeno

mischiato a ossigeno

che si fa liquida

quindi precipita

lavando i sintomi

delle catastrofi

via da ogni anima

che torni limpida

e senza forfora

ma solo satura

di fritti mistici.

Delirio toglimi

tutte le maschere

che il mondo ipocrita

m’obbliga a mettere,

rendimi libero

più d’una rondine,

più d’un idraulico:

un ippopotamo

con ali d’anatra

che sguazza candido

nelle pozzanghere

d’un canto onirico.


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS203 di Alessandro Mazzà

La vita è un film che racconta la storia di una vita con la pubblicità in mezzo La testimonial non testimonia un bel niente e ha dei bruttissimi pantaloni a zampa color viola Questa casa inquadratura

VELI di Sandra Iai

Scusa ma non ho capito cosa vorresti da me Vorresti forse che accendessi il sole ma lui splende da millenni senza il mio aiuto Vorresti che arginassi il mare ma le sue sponde lo abbracciano già senza

RICONQUISTA di Valentino Picchi Hechìzo

Geometria di rami e costole il mio torace toccato dal vento che copre gli ideali come un guscio la sua perla: è l'oceano intero. Sposato con tutto matrimonio del mondo lui non cambia io divengo geomet