Cerca
  • Libereria

LA DANZA DEI RESPIRI di Arianna Chiavaroli


Davvero vuoi sapere perché sono qui a quest'ora?

Perché nonostante tutto forse un po' ci spero ancora

Se ti dico che passavo di qua tu ci crederesti?

Se ti chiedo un abbraccio poi in fondo me lo daresti?

Se ti parlo dei miei peggiori difetti mi ascolteresti?

Se resto solo in silenzio invece mi capiresti?

Se ho ancora paura ti sorprenderesti?

E quando dopo vado via tu dimmi, cosa faresti?

Provo a ricucirmi i tagli da sola con le mie mani

E mi scoraggio nel vedere i miei sforzi diventar vani

Tu cammina sempre avanti, ti prego non ti girare

Una ferita che non guardi non smette di sanguinare

Ma in fondo sai il coraggio presuppone la paura

Nel bel mezzo di una notte buia, pure la più scura

Puoi accendere una luce, un barlume di speranza

Io ti tendo la mia mano

poi aprila tu

la danza.


22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin