Cerca
  • Libereria

LA DANZA DEI RESPIRI di Arianna Chiavaroli


Davvero vuoi sapere perché sono qui a quest'ora?

Perché nonostante tutto forse un po' ci spero ancora

Se ti dico che passavo di qua tu ci crederesti?

Se ti chiedo un abbraccio poi in fondo me lo daresti?

Se ti parlo dei miei peggiori difetti mi ascolteresti?

Se resto solo in silenzio invece mi capiresti?

Se ho ancora paura ti sorprenderesti?

E quando dopo vado via tu dimmi, cosa faresti?

Provo a ricucirmi i tagli da sola con le mie mani

E mi scoraggio nel vedere i miei sforzi diventar vani

Tu cammina sempre avanti, ti prego non ti girare

Una ferita che non guardi non smette di sanguinare

Ma in fondo sai il coraggio presuppone la paura

Nel bel mezzo di una notte buia, pure la più scura

Puoi accendere una luce, un barlume di speranza

Io ti tendo la mia mano

poi aprila tu

la danza.


22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof