Cerca
  • Libereria

SABBIA di Alessandra Scatà


Sono sabbia instabile che si lascia portare via dal vento.

Basta una brezza del nord e io mi dissolvo.

Arriva una folata e mi porta via

mi porta fino a te.

Mi fa insinuare nei tuoi occhi e tra le tue labbra

voglio baciarti ma mi scacci con le dita

mi strofini via fino a che non rimane nemmeno un granello di me sulla tua pelle.

E poi il libeccio mi allontana nuovamente dai tuoi capelli e dalle tue mani.

Mi lava via e mi affoga negli oceani del sud

ma io muoio con la tua dolcezza sulle labbra.


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st