Cerca
  • Libereria

A VOLTE di Sabrina Carboni


A volte senti qualcosa tra le dita un bisbiglio il mancamento di una virgola l'ansia di riprendere la parola il verso e senti il nodo nell'anima che lega stringe e taglia e aspetti si sciolga e non sai né quando né come e poi perché dovrebbe? E poi sì, risale lungo le rive dell'inquietudine del silenzio avvizzito morto spento intirizzito fino ad esultare acclamante e avviene solamente avviene e l'accogli come la neve la pioggia o il sole come l'amore e ti arrendi scrivi scrivi e basta


9 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria