Cerca
  • Libereria

A VOLTE di Sabrina Carboni


A volte senti qualcosa tra le dita un bisbiglio il mancamento di una virgola l'ansia di riprendere la parola il verso e senti il nodo nell'anima che lega stringe e taglia e aspetti si sciolga e non sai né quando né come e poi perché dovrebbe? E poi sì, risale lungo le rive dell'inquietudine del silenzio avvizzito morto spento intirizzito fino ad esultare acclamante e avviene solamente avviene e l'accogli come la neve la pioggia o il sole come l'amore e ti arrendi scrivi scrivi e basta


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st