Cerca
  • Libereria

A VOLTE di Sabrina Carboni


A volte senti qualcosa tra le dita un bisbiglio il mancamento di una virgola l'ansia di riprendere la parola il verso e senti il nodo nell'anima che lega stringe e taglia e aspetti si sciolga e non sai né quando né come e poi perché dovrebbe? E poi sì, risale lungo le rive dell'inquietudine del silenzio avvizzito morto spento intirizzito fino ad esultare acclamante e avviene solamente avviene e l'accogli come la neve la pioggia o il sole come l'amore e ti arrendi scrivi scrivi e basta


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin