Cerca
  • Libereria

PERCHÉ di Sandra Iai


Perché madre Perché mettere al mondo Le tue creature Per poi mostrare loro Il tuo pavido tremore Ad ogni calar della sera

Perché padre Perché esser padre Senza aver mai saputo Chi ti ha messo al mondo

Perché sorella Perché dirti sorella Perché fingere amore Più di quello che hai per te Se più di quello non hai

Perché famiglia Che ferisce che spara che spaventa Che fa sanguinare l’anima E sentire il vuoto dell’aridità

Perché figlia Perché abbracciarti ancora Se non posso prima Morire e rinascere in te


27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof