Cerca
  • Libereria

PASSEGGIATA POMERIDIANA di Laurent Vercken de Vreuschmen


Deprivato del mio tempo privato

Traggo sollievo nel passeggiare

Come tutti

Ma durante le ore pomeridiane

Se una collina di persone

Trascino sotto i miei piedi

Solitamente persone sole come me

Cercano il proprio tempo di colmare

Passeggiando

E un cauto incontro di prospettive

Nello scontro di rapidi sguardi

Ci avvicina solo più velocemente

Alla gravità dei corpi naturali

E una vecchia storia allora

Mi ricorda che non passeggiavo affatto

Ma che, figlio del passato, sono fermo

Bloccato in un angolo del creato

Prigioniero dello spazio dei miei problemi

Da me creati per trovare spazio per passeggiare

Laddove un altro pomeriggio

Si trasforma in tiepida sera

E io, tiepido nei miei giudizi,

Come tutti

Resto solo


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st