Cerca
  • Libereria

LA NOSTRA REALTÀ di Gianluigi Giussani


La nostra realtà non è ciò che si vede. Ci alziamo dal letto la mattina col pensiero fisso di un sorriso appeso al cuore. Tra la strada congestionata e uno sciame di foglie cadute noi scegliamo le seconde. Ci incuriosisce il loro crepitio di casalinghe ciarliere e spensierate. Poi la giornata procede, anonima e scontata, non fosse che un abbraccio e una strizzatina di occhi sfuggono al controllo. E ridiamo. Ci sentiamo più bambini dei nostri. Siamo folletti nascosti dalle intemperie e dai pericoli del bosco. E di ritorno a casa cambiamo meta. Attratti dal tramonto. Innamorati pazzi. E la novità prende il largo quando, estasiati, alziamo lo sguardo, ad ammirare un cielo blu cobalto. Perché niente è più splendido e speciale del nostro starci accanto. Coi piedi volanti e le menti assenti. Una specie di fiaba dove noi, in mezzo alle tribolazioni, viviamo contenti. La nostra realtà non è ciò che si vede. Noi non siamo qui. Ma non lo diciamo ai presenti.


6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SCRIVO PERCHÉ… di Mariateresa Scionti

Scrivo perché mi pesa il cuore, perché le parole, a volte, martellano così forte da farsi strada prepotentemente e gettarsi sulla carta. Scrivo perché è l'unico modo che ho per stringerti e respirarti

NVS219 di Alessandro Mazzà

Il mio destinatario passeggero eterno offre l’ascoltatore che ha in sé Così queste parole e non queste nascevano per farsi dire Sono finte pagine ma le pagine prenderanno un tradimento in affidamento

LOTTA di Sandra Iai

Quell'onda impetuosa che a volte mi afferra mi trascina in angoli inesplorati della mia mente Malata è la comunicazione parole distorte di ingiustificata superbia arrivano al mio orecchio Annaspo e lo