Cerca
  • Libereria

PIGGHJIARI POSTU SENZA SEGGI! di Antonio Ardizzone


La mia mente è balbuziente

il mio cuore sente

il mio cuore ha un fendente

aperto all’Occidente per l’Oriente.

Quel che dico ti fa strano

parlo vicino da lontano

e assaporo le tue guance

come archi scoccan lance

di sorrisi mai saputi

per visi conosciuti

girandole cicale

con maestria regale.

Penso molto e sono lento

a decidere il momento

penso tanto e a volte stento

per resister contro vento

ogni volta che mi pento

sputo allo specchio e canto

indagando sentimento e tempo

o il perché di quel mio pianto,

tutto quello ancor non preso

è il viaggio qui intrapreso

se dicessi che Prometeo son io

Voi bestemmiereste a Dio da Epimeteo!

Sbatto in faccia ogni occasione persa

rido a sbeffa della cassa spessa

bella sempre la frequenza alta o bassa!

Qui domani non è sempre la stessa scommessa!

Mentre vedo tra la pelle

una conchiglia e le sue perle

la nudità non detta

di un ventre che ti aspetta:

io senza guardarmi intorno dire

mi piace spesso pronunciare

le parole senza pensare

e che è sempre ardire il domandare

e che nel luogo è bello fantasticare

e che senza punti sono i miraggi:

e ca è nu pigghjiari postu senza seggi!


14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin