Cerca
  • Libereria

PIGGHJIARI POSTU SENZA SEGGI! di Antonio Ardizzone


La mia mente è balbuziente

il mio cuore sente

il mio cuore ha un fendente

aperto all’Occidente per l’Oriente.

Quel che dico ti fa strano

parlo vicino da lontano

e assaporo le tue guance

come archi scoccan lance

di sorrisi mai saputi

per visi conosciuti

girandole cicale

con maestria regale.

Penso molto e sono lento

a decidere il momento

penso tanto e a volte stento

per resister contro vento

ogni volta che mi pento

sputo allo specchio e canto

indagando sentimento e tempo

o il perché di quel mio pianto,

tutto quello ancor non preso

è il viaggio qui intrapreso

se dicessi che Prometeo son io

Voi bestemmiereste a Dio da Epimeteo!

Sbatto in faccia ogni occasione persa

rido a sbeffa della cassa spessa

bella sempre la frequenza alta o bassa!

Qui domani non è sempre la stessa scommessa!

Mentre vedo tra la pelle

una conchiglia e le sue perle

la nudità non detta

di un ventre che ti aspetta:

io senza guardarmi intorno dire

mi piace spesso pronunciare

le parole senza pensare

e che è sempre ardire il domandare

e che nel luogo è bello fantasticare

e che senza punti sono i miraggi:

e ca è nu pigghjiari postu senza seggi!


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st