Cerca
  • Libereria

ESODO di Alessandro Mazzà


Prima dipingere per terra barattoli di vernice

Poi dipingere le sbarre del tuo colore ritrovato

Poi dipingere sul muro parole in croce già risolte

Poi dipingerti addosso scala uno a uno il portatore della mano che cancella

Infine si dice altrove di luoghi lasciati

Lì dove niente ascolta né più sporca


25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof