Cerca
  • Libereria

EVANESCENZA di Patrizia Umilio


Il rumore del giorno invade lo spazio e interrompe, bruscamente, il mio sonno.

Improvvisa una coltre di nebbia si espande, brulicante, sul senso di me.

Avvolta in un oscuro manto di inconsistente coscienza, abbraccio un vuoto infinito.

Aleggio, effimera, nell’altrui mondo reale osservando, in silenzio, il mio sogno.


17 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria