Cerca
  • Libereria

COCCI di Alessandra Scatà


Lui ti farà sentire come il primo fiore sbocciato in primavera sbucato tra il gelo delle ultime nevi: bellissima preziosa delicata speciale.

Costruirà per te un mondo di lana di vetro che ti farà sentire protetta e al caldo dagli ultimi venti del nord.

E poi dipingerà questo mondo per te dei colori più brillanti e accesi.

Costruirà per te un cosmo di sogni e galassie di piume.

Addobberà i cieli con costellazioni di pianeti e stelle come diamanti che brilleranno nella notte e non ti faranno avere paura del buio.

Scaccerà i mostri e i demoni che vivono sotto il tuo letto e che decorano di terrore le notti senza luna.

E poi un giorno, un giorno come gli altri, distruggerà tutto e si porterà via ogni cosa, le galassie, le costellazioni e i colori.

Torneranno i mostri e lui non li allontanerà più. Li lascerà divorare i tuoi petali e sbranare la tua corolla nuda.

Un giorno, un giorno come gli altri, farà crollare tutto lasciandoti al freddo sola in balia dei venti del nord e delle ultime nevi invernali.

Non sarai più bellissima preziosa delicata speciale.

Sarai solo l’ennesimo fiore marcio e appassito calpestato dal peso dei cocci di sogni infranti e di un futuro che non esiste più.


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i