Cerca
  • Libereria

RICORDI ANTICHI di Patrizia Umilio


Giungono parole alla vigile coscienza, voci lontane smorzate dal tumulto del tempo.

Le luci che si stanno accendendo sul cammino, come lampioni ad olio dei tempi remoti,

fluttuano lievi sulle strade buie della memoria.

Lente le notti si squarciano per liberare quelle mute stelle che giacciono sonnolente nella

cupa profondità dell’Anima.

Emergono quelle nuove scintille di Vita sepolte per secoli nelle increspature dell’oblio.

Esplodono silenziose nel rumore assordante del pensiero, si sovrappongono al fluire di

convinzioni assurde per emergere, lucenti e improvvise, sulla soglia della tua integrità.


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS203 di Alessandro Mazzà

La vita è un film che racconta la storia di una vita con la pubblicità in mezzo La testimonial non testimonia un bel niente e ha dei bruttissimi pantaloni a zampa color viola Questa casa inquadratura

VELI di Sandra Iai

Scusa ma non ho capito cosa vorresti da me Vorresti forse che accendessi il sole ma lui splende da millenni senza il mio aiuto Vorresti che arginassi il mare ma le sue sponde lo abbracciano già senza

RICONQUISTA di Valentino Picchi Hechìzo

Geometria di rami e costole il mio torace toccato dal vento che copre gli ideali come un guscio la sua perla: è l'oceano intero. Sposato con tutto matrimonio del mondo lui non cambia io divengo geomet