Cerca
  • Libereria

IPOCRISIA di Andrea Cacopardo


Lagna sorda o quel che sia

Maledetta Ipocrisia

Sabbia al vento tesa corda

Di chi corta ha la coscienza

Specchio lenza a ben pescato

Che l'orgoglio venderà...

Risicata spenta offesa

Tesa a conto sulle dita

E per chi non l'ha capita

Tempo poi risponderà...

Sia carezza resa o salmo

Palmo a mancia d'accontento

Che di tanta brezza un vento

Solo foglie porterà...

Furia zoppa assai bugia

Concubina ipocrisia

Dell'orgoglio tenue amante

Tante mani tradirà...

Fantasia di controparte

Grandi suole lecca ad arte

Girasol di cortesia

Benvenuta ipocrisia


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof