Cerca
  • Libereria

IMMAGINAZIONE di Majlinda Petraj


Immaginate la scena...

Una madre

un bimbo piccolo.

Un passeggino

un parco grande.

La mamma si prende

piccoli attimi di libertà.

Relax.

Il bimbo lo avverte tutto questo.

Si guarda intorno.

Si sente improvvisamente... solo.

In preda al panico

comincia a rimuginare dentro

e nella piccola mente, chiedersi:

"ma, mi vuole bene la mamma?"

La mamma ammira gli alberi

il cielo azzurro

il canto degli uccelli.

A occhi chiusi.

A vedere dentro.

Il bimbo è preoccupato

l'indifferenza è qualcosa che non sa gestire

che non riesce ad assimilare

a definire.

Si sente abbandonato

e lancia un urlo di disperazione.

Alza la voce più che può.

Con gli occhi fissi verso la mamma...

Che fa? Si alza?

La mamma abbandona i sogni.

Si guarda intorno

terrorizzata al pensiero sfiorato...

Cos'è successo?

Dimentica tutto di sé

si alza di scatto

corre dal bimbo

Lo prende

lo avvolge caldamente

nel suo petto!

Canticchia....

Gli occhi furbi del bimbo

sembra che dicono "sei mia!".

Ecco...

Io vorrei

che nei miei momenti di solitudine

quando lotto con i sensi dell'abbandono,

qualcuno

con la premura di una madre

lasci se stesso

e mi avvolga

nel suo petto!!!


6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i