Cerca
  • Libereria

LA STORIA DEI PIRATI BUONI di Luigi Costantino


Ecco questi versi inediti

nell'inedita mia voglia

di cantare a parole

la storia dei pirati buoni

che vogliono cambiare il mondo

a colpi d'ascia poetica

ecco subito giungere

il capitano

con la sua fedele sognatrice

colei che ha inventato l'amore

nel sud della sua terra interiore

ed eccola, l'altra poetessa

con la sua dolce barcollante

tristezza allegra

guarda, arrivano gli altri

piano piano

incalliti creatori della rivoluzione

in quanti sono

in quanti siamo?

Non ci è dato saperlo

ma sappiamo bene

che sono tutti belli

e incazzati come gli eroi

niente è comune

nel cuore di questi uomini

niente è banale

nel sangue di queste donne

nelle idee di questi guerrieri

che uccidono la morte

ogni giorno

con la punta affilata

di una penna

ed eccomi finalmente anch'io

un po' in affanno

con la mia fedele speranza

felice di esserci

e di diffondere parole spray

come ventate d'aria fresca

sul viso dei passanti

che ancora si chiedono

com'è possibile

com'è possibile

che al mondo esista ancora

così tanta bellezza


15 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria