Cerca
  • Libereria

BUONGIORNO È (Marta Bandi, Francesco Contili, Demi Queen, Sandra Iai, Alessandro Mazzà, Alessandra M


Buongiorno è un cielo grigio,

Forse il cielo di Roma?

O è la tua giornata o la tua testa, è

Il tuo cuore?

Un problema, una domanda:

Il tuo colore.

Buongiorno è una prospettiva, un sogno,

Un nulla, un dubbio, è l'ansia:

Un foglio pronto ad accogliere

Una fobia, un pensiero vuoto.

Buongiorno è un ricordo, un sentimento

Che sta sfumando,

Poi arriva il bimbo che dice: "Il grigio!".

Buongiorno è l'aria rarefatta nella testa,

Un muro,

È gennaio... No, è inverno.

È inspiegabile buongiorno,

Un dilemma,

Quando piove dentro o

Quando sei ubriaco.

Buongiorno è

La distesa infinita dei tuoi pensieri,

I capelli di Szymborska,

La stanza di mia mamma quando fuma.

Buongiorno a volte è il nulla

Colorato di grigio,

Un'aspettativa, ma

Il grigio è una realtà insondabile che

Non vuoi accettare.

Buongiorno è anche assenza di colore,

Distesa piatta sena emozioni,

Calma apparente e dietro

Neutra e accogliente.

Buongiorno è tutto e

Il contrario di tutto, è un bluff,

In verità vi dico:

È la mancanza dell'oggetto del desiderio suo,

Nuvole riflesse in una pozzanghera.

Buongiorno è la stanchezza del mio spirito,

Attesa d'ispirazione.

Buongiorno è un muro sporco,

Scissione degli ioni,

Ciò che vedi dentro le palpebre chiuse,

È il sole nascosto, ermetico:

Mai due visioni identiche,

Buongiorno è l'opera tutta bianca

Di quel pittore.


5 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria