Cerca
  • Libereria

FUMMO AMICI? di Francesco Contili


Appari senza preavviso

ti imponi nella mia visuale

il mistero che è in te

è lo stesso da secoli.

Ti conosco?

Posso dire "un tempo

fummo amici?"

"un tempo ci odiammo?"

Biondo capello e viso greco,

la tua essenza mi sembra

di conoscerla già tutta.

Come un dio creatore

di me e di te

posso dire tutto su di te -

su come ci siamo conosciuti -

su come mi apparisti

in autunno, improvvisa.

Eppure te

nei miei ricordi -

davvero - non ci sei.

Ti ho forse cancellato?

Dov'è la lotta e dove la vittoria?

Il mistero che è in te

è lo stesso da secoli.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

DA "IL GRANELLA E I PICCIRILLI" di Sebastiano Privitera

(riduzione e adattamento di una novella di L. Pirandello) … Tinino: -(falsamente umile) Perdoni, signor avvocato... mi potrebbe spiegare come si formano le nuvole? Zummo - (c.s.) Come si formano le nu

VRAD=G'AN di Gianluca Sonnessa

Abbiamo sbloccato lucchetti usando la stessa chiave Per scoprire che non c'erano porte chiuse, anzi, non esistevano le porte o lucchetti. Ma esistono le chiavi. Le briciole si sono trasformate in Doma

NVS201 di Alessandro Mazzà

Prepara l’esperienza che non te ne aggiungerà mettici l’accoglienza e la paura cosmica della novità mettici il lievito sbagliato salutare della partecipazione mettici la passione che ti sporca la pass