Cerca
  • Libereria

I BAMBINI POSSONO GIOCARE di Luigi Costantino


Fucili, bombe

guerre

odio e rancore

viva il vincitore

combattere, per deridere

per sopraffare

per scavalcare:

gettate le armi

gente vuota.

Fate largo, arriva

un'atomica rivoluzione

arrivano i poeti

con i loro nobili versi

a colorare questo grigio

a restaurare il paesaggio

a restituirci l'aria.

Ora la strada è libera.

I bambini possono giocare

e i cuori rinascere

al grido: la vita è bella.

E luce sia.


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st