Cerca
  • Libereria

LA GIOSTRA di Marta Bandi


Non so chi tu fossi

che infanzia abbia avuto

un seno materno

ti avrà mai consolato?

Due mani forti

ti avranno mai rimboccato le coperte?

Avrai avuto un amico,

un amore?

Non so che strada

hai percorso

per arrivare li

dove solo le fiamme

ti hanno trovato.

Lì in quel pezzo di terra

abbandonato

fra canne e sterpaglie

dove solo la morte

ti ha trovato.

Tutto è arso.

Ed ora, solo ora

tanti uomini

sono lì per te.

Uomini in divisa

uomini in tuta bianca

uomini con le macchine fotografiche.

Te ne sei andato da invisibile

in silenzio

o forse le tue grida

il vento le ha portate via

intorno a te

la giostra gira

come sempre

nessuno è sceso

per quel tuo ultimo giro

ora tutto è cenere

ed io non so chi tu fossi.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i