Cerca
  • Libereria

LA GIOSTRA di Marta Bandi


Non so chi tu fossi

che infanzia abbia avuto

un seno materno

ti avrà mai consolato?

Due mani forti

ti avranno mai rimboccato le coperte?

Avrai avuto un amico,

un amore?

Non so che strada

hai percorso

per arrivare li

dove solo le fiamme

ti hanno trovato.

Lì in quel pezzo di terra

abbandonato

fra canne e sterpaglie

dove solo la morte

ti ha trovato.

Tutto è arso.

Ed ora, solo ora

tanti uomini

sono lì per te.

Uomini in divisa

uomini in tuta bianca

uomini con le macchine fotografiche.

Te ne sei andato da invisibile

in silenzio

o forse le tue grida

il vento le ha portate via

intorno a te

la giostra gira

come sempre

nessuno è sceso

per quel tuo ultimo giro

ora tutto è cenere

ed io non so chi tu fossi.


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

DA "IL GRANELLA E I PICCIRILLI" di Sebastiano Privitera

(riduzione e adattamento di una novella di L. Pirandello) … Tinino: -(falsamente umile) Perdoni, signor avvocato... mi potrebbe spiegare come si formano le nuvole? Zummo - (c.s.) Come si formano le nu

VRAD=G'AN di Gianluca Sonnessa

Abbiamo sbloccato lucchetti usando la stessa chiave Per scoprire che non c'erano porte chiuse, anzi, non esistevano le porte o lucchetti. Ma esistono le chiavi. Le briciole si sono trasformate in Doma

NVS201 di Alessandro Mazzà

Prepara l’esperienza che non te ne aggiungerà mettici l’accoglienza e la paura cosmica della novità mettici il lievito sbagliato salutare della partecipazione mettici la passione che ti sporca la pass