Cerca
  • Libereria

BANDIERA BIANCA di Marta Bandi


Mi arrendo a ciò che non è Mi arrendo al tempo Che non mi permette Di fare tutto Perché non c'è il tempo Per fare tutto Mi arrendo a non essere come te Pur avendo Uguali polmoni fegato pancreas Gli stessi organi vitali Solo percorsi di vita diversi. Non mi arrendo a chi È contro i muri Ma nelle viscere conserva Retaggi di annosi muri Non mi arrendo a chi Pianta una bandiera A destra del cuore Non mi arrendo a chi Si è strappato il cuore Dal petto Ad al suo posto Ha messo una pietra Non mi arrendo a chi Vi ha costretto A strapparvi gli occhi bagnati Ed al loro posto Ha messo dei cocci Affinché nessuno Abbia mai visto nulla.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i