Cerca
  • Libereria

FERMENTO di Marco Domenico Grastolla


Affida la tua rabbia a un pensiero affila le parole ingaggia in prima fila la battaglia che ti rende fiero

Trova un senso cangiante al caos bloccalo per il tempo che occorre a lasciare i segni sulla carta che da lì come pietra arriverà su crani e menti

Calcia, strappa, sfonda con la penna ogni cuore che tentenna stira, scuoti, lancia il tuo spirito trasformalo in un'antenna distruggi, ricrea, contamina col verbo e con l'azione che dietro incalza

Sovverti l'ordine di te stesso fatti rivoluzione brucia, risorgi, uccidi, aiuta alla vita nuova tu che riesci a vedere il filo che lega queste parole

se non tu, chi altro può generare una nobile prole?


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i