Cerca
  • Libereria

IL TAVOLO NEL VERDE (Antonio Ardizzone, Alessandro Mazzà, Valentino Picchi Hechìzo, Gianluca Sonness


Altri pianeti

che scorgono da lontano

galassie

sotterranee

già divenute evento

al di là del loro nome

Passano frammenti come ricordi lontani

che nel mentre ricordavo essere

né appartenere a nessuno

tranne che a te

tornarono forma

da perdere

Per te percorro strade inviolabili

perché su queste verdi calli

le traiettorie del possibile si manifestino

morbide vallate

che già esistevano ma solo ora scorgo

dilettato dal dialogo tra me e la mia natura felice

che finge di ripudiarmi


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st