Cerca
  • Libereria

IL TAVOLO NEL VERDE (Antonio Ardizzone, Alessandro Mazzà, Valentino Picchi Hechìzo, Gianluca Sonness


Altri pianeti

che scorgono da lontano

galassie

sotterranee

già divenute evento

al di là del loro nome

Passano frammenti come ricordi lontani

che nel mentre ricordavo essere

né appartenere a nessuno

tranne che a te

tornarono forma

da perdere

Per te percorro strade inviolabili

perché su queste verdi calli

le traiettorie del possibile si manifestino

morbide vallate

che già esistevano ma solo ora scorgo

dilettato dal dialogo tra me e la mia natura felice

che finge di ripudiarmi


9 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria