Cerca
  • Libereria

RIFLESSO di Majlinda Petraj


Ho avuto paura

per troppo tempo.

E quando il troppo

diventa troppo troppo

cerco di scrostare un po',

per rivedere di che colore sono fatta.

Mi ricordo che ero multicolore.

Adesso mi rintano

per non far vedere il mio grigiore.

Per non intristire il cielo.

Per non toglierti un sorriso.

Per non diventare trasparente,

invisibile.

Attraverso stanze del tempo

cercando di non sbattere le porte,

di non far rumore.

Capita di specchiarmi

di fermarmi

di cercarmi

e di capire che mi sono persa.

Capire che è tempo

di uscire dall'immagine riflessa,

alla luce del sole.

Di lasciarmi piovere addosso

la vita

e sentire colori

nelle vene.


6 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria