Cerca
  • Libereria

NVS56 di Alessandro Mazzà


Occorre non disdegnare il centro dell'attenzione.

Occorre non cercarlo.

Occorre avere il dono di non dover fare un lavoro per starci.

Occorre esserlo.

Occorre sapere che non è un luogo altrui.

Occorre sapere che è quieto e sacro e irrilevante.

Occorre sorriderne.

Occorre essere belli.

Occorre spogliarlo e sottrarlo al rumore.

Occorre volerlo cambiare.

Occorre saperlo spostare.

Occorre sapere che siamo questa storia di viaggi.

Occorre sapere che la storia muore.

Occorre gioire per la storia che muore.

Occorre preoccuparsi della storia che nasce.

Occorre impastare il proprio mattone di fango.

Occorre capire il freddo e il caldo.

Occorre bussare al vicino.

Occorre fare la domanda giusta.

Occorre perdere qualcosa.

Occorre ricordare tutto.

Occorre trovare i colori di tutto.

Occorre non raccontarli.

Occorre sapere che non esiste l'attenzione.

Occorre dire che non c'è nessuno là fuori.

Occorre prepararsi per quando tutto sarà.

Occorre sapere che questo è il gesto per cui tutto è.

Occorre farsi totalmente e finemente sguardo.

Occorre sapere che non esiste centro.

Occorre sapere che non c’è fine.

Occorre cestinare questa lista.


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i