Cerca
  • Libereria

PER TE AMICA MIA di Patrizia Bortolini


Penso sempre a te, Amica mia, stesa inerme tra bianche lenzuola di un letto sfatto chiusa da pareti di dolore e sofferenze. Le nostre risa ormai lontane. I nostri passi ormai silenti. Ti sta lasciando piano la luce trascinata nell' oblio. Non posso che abbandonare le tue mani. Infiniti ricordi rimarranno a me con l'azzurro dei tuoi occhi con la forza della tua anima con parole comprese rimaste nel cuore


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof