Cerca
  • Libereria

SENILITÀ di Marta Bandi


Quante cose ha dimenticato mia madre. Non ricorda più gli abiti a fiori Custoditi nell'armadio, Eppure era così felice di sfoggiarli Durante le feste. Non ricorda più di mettere la crema sul viso Eppure lo faceva ogni giorno. Non ricorda di non amare le patate E di amare la cioccolata, Ora, a tavola, mangia quello Che le viene messo nel piatto. Non ricorda le stagioni E l'ora che le lancette della sveglia Segnano, sulla mensola in cucina. Figlia della terra, Non ricorda che è tempo di vendemmia. Non ricorda della morte, Ha ancora la sua famiglia attorno a sé. Non ricorda di avermi posto La stessa domanda, un attimo prima, E ancora altre dieci volte, Non fa niente, Le do la stessa risposta ogni volta. Quante cose non ricorda mia madre. Eppure non ha dimenticato Di essere madre, di essere nostra madre E di guardarci con gli stessi occhi amorevoli Di sempre.


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

LA MORTE DEL SIPARIO di Gianluca Sonnessa

Sono stato sull'orlo del burrone. Per diventare l'orlo, il burrone, la caduta, l'ultima onda sotto l'ultimo cielo dell'ultimo mio attimo di morte. Sono stato l'amore. Per diventare il suo sangue, la s

NVS208 di Alessandro Mazzà

Cosa scrivo? Il poema dell’inesistenza dello spazio e del tempo e del loro fare un bel male Tutto intero il libro del mondo nel piccolo mio capitolo del libro del mondo Che sono un uomo che vuol dire

IL GESTO DELL'ABBRACCIO di Sandra Iai

Il libro fa il gesto dell'abbraccio prendendo i tuoi pensieri li custodisce nel segreto delle sue pagine chi vorrà muovere i suoi passi chi si soffermerà al suo interno avrà preso la decisione di entr