Cerca
  • Libereria

TITOLI DI CODA di Luigi Costantino


Da quarantadue anni sulla scena.

Ho vissuto giorni in cui ho creduto

di non essere io a decidere le battute.

Forse mi ha guidato un regista

che sta lontano, lontano

e non sembra interessarsi troppo ai dettagli.

Anche se parecchia pellicola

è già andata avanti

e parecchie cose

sono già state scritte,

c'è ancora tanto

da vivere e recitare.

La vita può sembrare un brutto scherzo,

eppure non smetto di dipingere i giorni

con i colori della speranza.

Mi piace rivedere il film

e riscoprire una scena

che prima credevo inutile

e ora diventa importante.

Mi guardo dentro e vedo

tutto l'amore che ho saputo conquistare.

Una luce mi abbaglia, come una certezza:

l'idea che quando vedrò i titoli di coda

non sarò solo

e tutto avrà avuto un senso.


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin