Cerca
  • Libereria

DA QUALCHE PARTE NEL MONDO di Mariateresa Scionti


Da qualche parte nel mondo

mi aspetti,

steso sul letto, a pensare, a quando arriverò, come sarà,

impaziente,

picchiettando sul cellulare.

Da qualche parte nel mondo

il lato disfatto del letto ci ha visti stretti

in un nodo inscindibile,

che poi si è sciolto col tuo viso affondato sul mio petto,

come un cuscino,

scandendo i momenti col battito del mio cuore.

Da qualche parte nel mondo i tuoi occhi color mare

mi hanno scavata dentro

mentre cercavano di penetrare ogni fibra,

oltrepassare i miei occhi,

in un bacio che va oltre le labbra.

Da qualche parte del mondo, siamo ancora stretti,

mentre le nostre vite fluiscono veloci,

quasi a confondersi nella folla.

Distanti,

ma non troppo per ritrovarci nei sogni.


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof