Cerca
  • Libereria

LETTURA di Majlinda Petraj


La gente

ti passa distrattamente accanto.

Se non trovi quelle mani

capaci di sentire i tuoi anni

l'eco di millenni viventi in te

la storia scritta nelle striature

viva e pulsante nelle pieghe

nascosta dietro lo scorrere del sangue

rimarrai invisibile come il vento

nel suo continuo viaggio

per trovare qualcuno che lo fermi.

Rimarrai a vagare eternamente

sospirando e sputando l'amarezza

di giorni persi e sogni accartocciati

buttati nel cestino.

Trovare mani

capaci di scriverTi addosso

e leggerTi negli spazi vuoti

dove echeggia soltanto un urlo.

Tutto prenderà la forma

dei tuoi sogni

al risveglio.


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof