Cerca
  • Libereria

LETTURA di Majlinda Petraj


La gente

ti passa distrattamente accanto.

Se non trovi quelle mani

capaci di sentire i tuoi anni

l'eco di millenni viventi in te

la storia scritta nelle striature

viva e pulsante nelle pieghe

nascosta dietro lo scorrere del sangue

rimarrai invisibile come il vento

nel suo continuo viaggio

per trovare qualcuno che lo fermi.

Rimarrai a vagare eternamente

sospirando e sputando l'amarezza

di giorni persi e sogni accartocciati

buttati nel cestino.

Trovare mani

capaci di scriverTi addosso

e leggerTi negli spazi vuoti

dove echeggia soltanto un urlo.

Tutto prenderà la forma

dei tuoi sogni

al risveglio.


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e