Cerca
  • Libereria

TUA LA VOCE di Sandra Iai


Mi hai detto senza voce che il tempo è tiranno e io ti ho guardato senza sapere cosa fare

la nostra grande impotenza ci grida in faccia l'urlo spietato della vita con la lama affilata della morte

ma una nuova rinascita ci solleva dal dolore e tu sei ancora qui tua la voce nella mia mente

mi hai detto vai non ti fermare il tempo è tiranno non lasciarlo andare

ti porto con me nel mio cammino indicami la strada è quasi mattino


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof