Cerca
  • Libereria

BLACK MARKET di Marco Zanni


Pausa. Tiro il trolley su e giù per le corsie Meno quattro non ci sono nemmeno le vetrate War pig siamo in guerra anche in provincia di Milano Black Sabbath cessi chimici Bmw scassate nel parcheggio Il cadavere di una Jaguar a cui hanno dato fuoco Gasolio in terra secco un ratto mezzo sfatto rimpiange la puzza di bruciato La cassiera mi fissa con due occhi neri che anni prima forse erano vivi Il nastro pulsa inghiotte i cibi sani lascia solo un rum, il Jack e qualche consolazione È quasi buio gli ultimi tram sibilano via scassati mezzi vuoti Mi accendo una sigaretta i lampioni sono fondi di caffè Apro il rum due sorsate per scaldarmi ho un posto letto vista nebbia Son tornato forte guardando l'orologio. Il tempo non si muove. Io, per ora, sì.


10 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria