Cerca
  • Libereria

GIUNTURE D'ORO di Majlinda Petraj


La vita

a volte distrattamente

ti cade dalle mani

e si rompe

in mille pezzi.

Irregolari.

Sparsi.

Taglienti.

Cosa si potrebbe fare

con i cocci rotti?

Puoi stare immobile

a guardarli per un tempo

indefinito

monotono,

oppure

raccoglierli e inventare

saldature di bontà

sopra le schegge

che urlano dolore.

Una strada

un ponte

un sogno?

Plasma ogni pezzo

dando la possibilità

di esistere.

Probabilmente avrai

un nuovo capolavoro

dentro nel petto.


7 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria