Cerca
  • Libereria

NVS74 di Alessandro Mazzà


Il poeta passa per il giorno bianco

dimentico di tutte le parole dette

Nello spazio vuoto consumabile

sa d’improvviso cosa cercava e manca

Nella stessa scena allo specchio

una nascosta divina indifferenza sembra sapere

che domani ricomincia il domani

Esiste lontanissima la luminosa fine

per la voce e per l’indovinare

ma rimane quasi sempre fuori

Traghettiamo ora occhi ritrosi su un’altra pagina


11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria