Cerca
  • Libereria

AL CARME di Noemi Agostino

Se potessi dire

cosa sei per me

carme

lo urlerei

esanime,

con voce leggera.

Con sorriso ammaliato sulle labbra

osserverei quella colomba bianca

librarsi e sorvolare,

i cieli calorosi e benevoli.

Tu schiudi

le tue ali al vento

e voli alto

io alzo il capo

e guardo

e volo anch’io

dal mio canto,

dentro me.

E canta per me,

la tua voce

eterea e candida.

31 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

NVS164 di Alessandro Mazzà

I poeti che invecchiano hanno una lunga stagione finale Hanno capito finalmente tutto della vita ammettono anche me al loro circolo dove continuo a non salutare nessuno Fuori c'è il mondo di fuori al

RIPOSO di Sandra Iai

Lascia andare per quanto ti sforzi per quanto tenti di serrare le dita l'acqua scorre e riuscirà a passare Lascia perdere i tuoi pensieri ti torturano la rabbia per le ingiustizie ti impedisce un sonn

© 2017 Libereria