Cerca
  • Libereria

AMORE SENZA TEMPO di Sebastiano Privitera

E adesso che non hai più

La freschezza della gioventù

Sembra una fola ma credi a me

Io t’amo più di non so che

Sento la voglia della prima volta

Che fra le braccia t’ho accolta.


So che tu sai che sono sincero

A questo mondo è purtroppo vero

Se fai una vita che è sempre uguale

Ti stanca presto e viverla non vale

Con te ho passato la mia gioventù

Ma stanco mai mi fai sentire tu.


Che emozione se mi stai vicino

Che tormento esserti lontano

Tu sei il sole che nel mio giardino

Schiude il fioredel melograno

Quanta gioia a piene mani!

Quanta verve nel mio domani!


Che emozione dentro me avverto

Se il tuo sguardo è perso nei miei occhi

Tu sei l’acqua che nel mio deserto

Dà la vita a tutto ciò che tocchi

Quanta gioia a piene mani!

Quanta verve nel mio domani!

5 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof