Cerca
  • Libereria

ARMATURA di Majlinda Petraj

Sei stanco

in questo corpo armato di pazienza

tessuto antiTutto

pieno di sogni.

Vedo qualche angolo che sporge,

lo riconosco dallo splendore

che sfida la materia grigia.

Un piccolo lembo di ribellione.

Metti le mani in tasca

per proteggere l'audacia

dei tuoi sentimenti.

Sei stanco,

ma quanto Sole, t'investe,

e ne rimane sottopelle

come un tatuaggio

di promemoria alla felicità.

Chi si ferma a guardarti

non può ignorare i crateri

pieni di furiosa lava

che ribolle e sputa fuori

le tue passioni. 

Per la vita. 

Per il bello. 

Non permetti la scelta 

di essere ignorato. 

Flusso di sangue Inarrestabile 

incatenato nella statura di un uomo. 

Ti trovi? 

Resta. 

59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st