Cerca
  • Libereria

ARMATURA di Majlinda Petraj

Sei stanco

in questo corpo armato di pazienza

tessuto antiTutto

pieno di sogni.

Vedo qualche angolo che sporge,

lo riconosco dallo splendore

che sfida la materia grigia.

Un piccolo lembo di ribellione.

Metti le mani in tasca

per proteggere l'audacia

dei tuoi sentimenti.

Sei stanco,

ma quanto Sole, t'investe,

e ne rimane sottopelle

come un tatuaggio

di promemoria alla felicità.

Chi si ferma a guardarti

non può ignorare i crateri

pieni di furiosa lava

che ribolle e sputa fuori

le tue passioni. 

Per la vita. 

Per il bello. 

Non permetti la scelta 

di essere ignorato. 

Flusso di sangue Inarrestabile 

incatenato nella statura di un uomo. 

Ti trovi? 

Resta. 

57 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

POESIA DI LATO di Stefania Rossi

Non lo so... So cosa non può essere Non sono io Non è l'alba Non è nemmeno nelle foglie d'autunno Non è il viso carico di mia madre Non è nelle cose che non ho Non è un bambino che gioca alla guerra N

NVS181 di Alessandro Mazzà

Chi vede scrive e consuma chi ha visto ha negato ogni altra vista futura come di cosa detta verità trovata intoccabile come di spiaggia dataci senza orme perché cambiasse

PACE di Sandra iai

Non c'è modo di parlare di morte se non da vivi non posso parlare di vita se non da morta quanta pace occorre per poter parlare ma è solo quando mi trovo all'inferno che riesco veramente a scrivere

© 2017 Libereria