Cerca
  • Libereria

BACK FORWARD di Mariateresa Scionti

Come un vecchio juke box

seleziono la canzone,

mi risuona dentro

stonata.


I Verve alla radio,

un riverbero underground

dei miei pensieri confusi:

"And I'm a million different people from one day to the next"


Il fondo di un bicchiere

un sorso di whiskey che scalda e

brucia alla fine.


Un sogno lucido

come una vecchia pellicola,

mi basterebbe un back forward.


Un tonfo sordo dentro

tra un "arrivederci" e un "vorrei",

un'altra tirata di sigaretta.

319 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof