Cerca
  • Libereria

CHI SEI TU CHE... di Roberto Inzitari

Chi sei tu che celi a me le mie parole?

Alle tue, le mie non san rispondere.

Le parole, no.

Giusta ognuna, tutte errate,

vagano smarrite.

Galleggiano, transitano

tra i pensieri ed il soffitto della stanza,

imprendibili cirri

pur tante volte catturati per farne dono

autentico

alla

sorgente

che s'interrò.

E non me ne pentii.

Appresi, solo, a torto, a diffidarne:

delle mie.

Di tutto il sapere accumulato dal vivere

sul tema più niente conosco,

dubito del sentire, ora,

in questo fermo immagine del tempo

effimere, inutili nozioni:

buon segno.

Tendo i sensi ad ascoltar la vita

e attendo

laggiù

in quel campo

di persiana mistica memoria

chi sia tu, che celi a me le mie parole.

100 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IL CERCHIO di Gianluca Sonnessa

I vicoli stretti nell'abbraccio delle case in pietra, il suono dei nostri passi, un bacio autunnale. Ai piedi del lampione il cappello del sassofonista con qualche moneta. Perdermi e ritrovarti, nel m

LACRIME DAL CIELO di Sandra Iai

Una suola di cuoio batte ritmicamente sull'asfalto bagnato nella notte della città Il fascio di luce dei fari di una vecchia utilitaria illumina le goccioline sollevate dall'impatto Seduta sul gradino

NVS251 di Alessandro Mazzà

Il peso dei sogni mi sveglia Meravigliatevi basta torniamo alla scena Eccomi sono ancora uno spiantato felice e generoso moribondo trovo il tempo di scrivere qualcosa che sembra per voi C’è stato un i