Cerca
  • Libereria

CORPO A CORPO di Valentino Picchi Hechìzo

Corpo a corpo:

nostalgia dello scontro,

pugni inquinati,

fame di mondo sterilizzata

da una nuova idea del mondo,

non tua,

non hai partecipato allo scontro;

sai nulla tu del corpo a corpo,

più vicino a questioni della

macchina che si batte per te.

Una gazza ladra ha puntato

il tuo anello

non i tuoi giuramenti,

una guerra ti sfiora ogni giorno

ma tu non lo sai;

accendi di tutto al mattino e

ti basta,

non risali alla fonte,

al primo dei fuochi,

non hai nostalgia:

eterno arrivato e mai partito,

il senza passato

figlio dei tempi,

orfano del corpo a corpo.

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SCRIVO PERCHÉ… di Mariateresa Scionti

Scrivo perché mi pesa il cuore, perché le parole, a volte, martellano così forte da farsi strada prepotentemente e gettarsi sulla carta. Scrivo perché è l'unico modo che ho per stringerti e respirarti

NVS219 di Alessandro Mazzà

Il mio destinatario passeggero eterno offre l’ascoltatore che ha in sé Così queste parole e non queste nascevano per farsi dire Sono finte pagine ma le pagine prenderanno un tradimento in affidamento

LOTTA di Sandra Iai

Quell'onda impetuosa che a volte mi afferra mi trascina in angoli inesplorati della mia mente Malata è la comunicazione parole distorte di ingiustificata superbia arrivano al mio orecchio Annaspo e lo