Cerca
  • Libereria

DIGLIELO TU AL VENTO di Stefania Rossi

Erano ombre

Giganti

Di sole che tramonta

Io una piccola paura

Crescere piano

Tornavamo per sempre

Non scelgo passati

Mi serve un presente

Fatto di piccoli attimi

Futuri

Ma sento radici

Di terra forti

Ho rami intricati

Io sorriso di naso

Ho nomi diversi

Per cambiare

Colori

Negli occhi rimane

Il tuo mare

Che porto nel mondo

Per dimenticare

Certezze

Resterò tempesta di parole

Impreviste

Diglielo tu al vento

Che sono volante

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

I tuoi capelli che scendono a croce decidono il confine cancellabile fingendo contro altezze steccati disegnati mentre tutta in moto acceso mi avverti in basso con la curva di due scalini che invadono

Ma non guardarti è sprecare un buon tempo come non poter raggiungere il mare arrendersi alle dune se le palpebre abbandonano i sogni Ma non ascoltarti toglie ogni senso a questo viaggio con le ruote c

Dimoro tra pigne di vestiti consumati. Ostaggio del colore del vuoto e del profumo rimasto tra le fibre. Non vorrei donare a questi involucri la fragilità del mio corpo. Non vorrei fasciarmi in doni p