Cerca
  • Libereria

DIREZIONE VITA di Isa D'Angelo

Corridoi animati da radiografie ambulanti. Il mio sguardo basso per evitare l'imbarazzo. Corpi prosciugati riflessi in specchi deformanti piantine riarse boccheggianti di linfa vitale. Conto le vite accartocciate su sedie infinitamente grandi per forme così minute. Spazi infinitamente angusti per sofferenze così ingombranti. Incontro occhi pieni di vuoto non c'è posto per la meraviglia troppa nebbia a offuscare la messa a fuoco. Ingoio le lacrime che si affollano e si annodano in gola. Guardo verso l'alto non so chi invoco con la mia preghiera Fa' che tornino a contare i passi che portano alla vita e non i grammi che separano dalla desiderata evanescenza.

54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SUL PRATO DELLA GIOIA di Sandra Iai

Quando inclinando il capo mi sorridi e mi scruti con i ruscelli agli angoli degli occhi la mia vita si inonda di luce Sei il colore dei miei giorni la rugiada sui miei petali le ali dei miei pensieri

NUMERI di Alessandro Mazzà

Ena questo (noi prima e pronti) Dva incontro di questo e di questo (noi eravamo qui) Tri nascita del plurale dal duale (noi abbiamo creato e fuso e moltiplicato) Katvar costruzione del quadrato (noi a

STAGIONI di Alessandra Bloise Diana

Nel bisbiglio del sole, lì, seduto, guardando la vita giocare, a domandarsi dove sia andato tutto il resto di essa. Intuizione di fertilità e di esistenza che si trasmette nella normalità della contin