Cerca
  • Libereria

DIREZIONE VITA di Isa D'Angelo

Corridoi animati da radiografie ambulanti. Il mio sguardo basso per evitare l'imbarazzo. Corpi prosciugati riflessi in specchi deformanti piantine riarse boccheggianti di linfa vitale. Conto le vite accartocciate su sedie infinitamente grandi per forme così minute. Spazi infinitamente angusti per sofferenze così ingombranti. Incontro occhi pieni di vuoto non c'è posto per la meraviglia troppa nebbia a offuscare la messa a fuoco. Ingoio le lacrime che si affollano e si annodano in gola. Guardo verso l'alto non so chi invoco con la mia preghiera Fa' che tornino a contare i passi che portano alla vita e non i grammi che separano dalla desiderata evanescenza.

65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e