Cerca
  • Libereria

DUE SOLI DI NOTTE di Majlinda Petraj

Nella pienezza della sera

cerco di sminuzzare la solitudine

in cerca di altri margini

che possano combaciare con la mia.

Non è facile.

Perché le solitudini sono figlie uniche

di doglie atroci e taciute

partorienti di nuove consapevolezze.

In apparenza, simili,

impronta digitale

di anime colpevoli d'autenticità.

E se capita

che dentro l'oblio dei tuoi tremori

senti ancora la musica

e ti vedi danzare, un passo a due,

sappi che stai vivendo

dentro la pagina di una favola.

Dove tutto è possibile

la lavanda non appassisce

il Sole corteggia la superficie delle foglie

il dolore incide memorie

il Silenzio suona dolce

e tutto sembra uno spartito,

Sinfonia.

28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NVS229 di Alessandro Mazzà

Perché ho in testa una canzone? Non è veramente nella mia testa mi sta dicendo cos’è una testa Cos’è una canzone? È la figlia e la madre della musica e non è una risposta e non è una risposta questa O

SENZA TITOLO di Jans Illusion

Nel mio mondo ormai artefatto Lei non appare mai e si naviga nel tormento.

IL VOLO DEI GABBIANI di Sandra Iai

Strappami dalle grinfie del mondo il volo dei gabbiani dice che hai la forza per farlo Solleva quest'involucro dalla cera che cola da questa pozza di sangue creata dal pensiero Afferra i miei polsi e