top of page
Cerca
  • Libereria

E NON PARLO... di Doria Tacchia

...Una staffetta di attimi questa Vita, un algoritmo che conduce passo a passo a una risoluzione... e mi intrometto, cade l'orologio in un cassetto di scritti incompleti, tanto il Tempo procede lo stesso.

Divido in sillabe i pensieri, e mi ci infilo dentro; arredo la mente di albe e tramonti, in algide notti a 30° in un "allegro ma non troppo".

Liste di parole in ordine casuale, anzi, in disordine stabilito, tanto, si compongono ugualmente.

E me la rido quando smetto, tanto si piange comunque, qualche volta, spesso, a intervalli.

Mi dissocio e poi mi aggrappo; mi dissolvo e mi riunisco e ora è tutto e poi è niente.

Mi percorro con occhi attenti: cinque, dieci, venti dita mi appartengono.

E non parlo mai di Te. 

Per errore di lancette ti ho baciato, e poi scordato in un cassetto di un orologio malandato... tanto è lo stesso, il tempo è già andato, ancora, un'altra volta, di un anno passato.

38 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Se muoio adesso c’è una serie di cose non finite c’è una serie di cose che non andavano finite c’è una domanda su cosa sia davvero una cosa finita ma è una domanda che ci sarebbe in ogni caso c’è una

Ma che bella sera stasera amore mio con i tuoi baffi che tagliano il cielo e i capelli che fuggono dalla nuca e mi raccontano canzoni di traverso quelle che la poesia sgattaiola qua e l¢ Ma che bella

È sbagliato pretendere di più sbracciare sempre alla ricerca di quello che non puoi trovare. È sbagliato andare fuori tempo, fuori luogo, fuori tutto. È sbagliato ma io non son capace di percorrere st

bottom of page