Cerca
  • Libereria

EROS VS THANATOS di Roberto Inzitari

In avanti, l'istinto

innato

nel tendere alla gioia

al ricordar sboccio futuro

freschezza d'aria nuova,

sollievo

nei sentimenti dei

finalmente.


Indietro, il pensiero

condizionato

innaturali guasti del mondo

nel trattenere al fermo le stagioni.

Stasi rassicurante

amari sentimenti dell'ormai.


Pendolo

tra vorrei e non posso

tra non devo e voglio.

Visione, coraggio, entusiasmo, amor proprio

in avanti.

Paure, colpa, conformismo, assuefazione

indietro.


Pulsioni contrastanti

sull'altalena dei non so

nel crepuscolo del giorno

la sera chiama:

“È festa: la tua vita è in tavola.”


Per scendere in corsa senza farsi male,

chiedete ai bambini

in che direzione saltare.

81 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof