Cerca
  • Libereria

FAI RIPARTIRE LA MUSICA di Isa D'Angelo

Pomeriggio incerto

sul divano del tempo. Mi investe il tuo ricordo a cavalcioni dei sogni e dei miei pensieri muti. Avanza a sirene spente e lampeggianti accesi. Fitte di dolore. Frantumi di vita. Squarci di te. Ho voglia di mescolare i colori sulla tavolozza. Ho voglia di stravolgere l'ordine prestabilito. E come per magia con un colpo di pennello una determinazione nuova brilla nei tuoi occhi. Forza, dai, spingi più forte fendi la superficie torna a galla poni fine alla lunga immersione. Distendi il pugno rilassa le nocche bianche per confinare la paura allenta la presa e lascia che il palloncino spicchi il volo. Lascia che sbocci qualche fiore selvatico tra le crepe e le spaccature della tua terra e prenditene cura. Lascia che la puntina ritrovi il solco fai ripartire la musica abbandonati alla tua danza e inciampa in un nuovo sorriso.

48 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sono già morto e non nascerò sono appena nato mi lascio e tornerò sono il trascorrere in un punto e non sono quel punto sono l’inutile contare dormo da duecentomila anni e dormo tra duecentomila anni

Sono la parte vera del tuo sogno la fiamma che respira e scalda ogni tuo giorno il punto in cui la cascata s'infrange lo scoglio che riceve la luce che disseta Il buio l'hai sconfitto già in passato e

Che futilità essere contenti. Lo spessore, il valore, le perle dell’anima si manifestano nella sofferenza. Ma non si può sempre soffrire. Bisogna avere il coraggio di essere allegri. L’allegria è prof